Consulta l'Inventario
Ricerca completa

 

Reliquie dei Ss. Apostoli Pietro, Paolo, Andrea e Giacomo maggiore
Datazione Sec. XVIII - XIX
Tipo: (R) Reliquie
Inventario: R118
Vecchio inventario:
Materiale: Argento, cartoncino, carta
Tecnica: Ritaglio, saldatura, incollaggio
Descrizione: Teca ovale d'argento costituita dal contenitore anteriore (manca il coperchio posteriore) con cornice lavorata a zig zag, falda e vetro. Racchiude un vassoietto di cartoncino dipinto di rosa, con cornice e divisioni a volute di carta dorata sulle coste, sul quale sono incollate le reliquie ed i cartigli con le iscrizioni manoscritte: 1) Ss. Petri etPauli Ap.  2) S. Andreae 3) S. Jacobi Maj..
Dalla fede di autenticità redatta dal vescovo di Fidenza Pietro Grisologo Basetti (inv. n. G69), si evince che le reliquie erano già state riconosciute dal predecessore Alessandro Garimberti.
GG
Descrizione:

Note storiche
Pietro e Paolo (vedi inv. n. R34)
Andrea (vedi inv. n. R67)
Giacomo maggiore
Lui e suo fratello Giovanni erano figli di Zebedeo, pescatore in Betsaida, sul lago di Tiberiade. Chiamati da Gesù lo seguirono. Con Pietro fu testimone della Trasfigurazione, della risurrezione della figlia di Giairo e della notte al Getsemani. Fu il primo apostolo martire, nella primavera dell’anno 42. Secoli dopo nacquero su di lui tradizioni e leggende. Secondo una tradizione non anteriore al VI secolo, Giacomo fu il primo evangelizzatore della Spagna, dove fu sepolto a Compostela. Il sepolcro contenente le sue spoglie, traslate da Gerusalemme dopo il martirio, sarebbe stato scoperto al tempo di Carlomagno, nel 814. Nell’angoscia dell’occupazione araba, gli si tributò un culto fiducioso e appassionato, facendo di lui il sostegno degli oppressi e addirittura un combattente invincibile, e la tomba, dal X secolo, divenne meta di grandi pellegrinaggi medioevali, tanto che il luogo prese il nome di Santiago (da Sancti Jacobi, in spagnolo Sant-Yago). Nel 1075 fu iniziata la costruzione della grandiosa basilica. La fede nella sua protezione fu uno stimolo enorme nelle prove più dure. La sua festa liturgica si celebra il 25 luglio.

Misure: 3,1 x 2,67 x 0,82 cm
Stato Conservazione: Discreto
Acquisizione: Deposito
Provenienza: Cattedrale di Fidenza
Esposizione: No
Epoca: Sec. XVIII - XIX
Peso: 4,2 gr


Vedi informazioni complete sull'opera (accesso riservato)
 

© copyright: Fondazione Monte di Parma e Museo del Duomo di Fidenza - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy
e-mail: museodelduomo@diocesifidenza.it

english version