Consulta l'Inventario
Ricerca completa

 

Reliquia di S. Colombano abate
Datazione sec. XIV-XVI
Tipo: (R) Reliquie
Inventario: R107
Vecchio inventario:
Materiale: Seta e pergamena
Tecnica: Involto
Descrizione:

Involto di seta blu legato con un filo di seta gialla che trattiene anche il cartiglio pergamenaceo con l'iscrizione manoscritta: De O.[ssibus] brachij. S. Colu[m]ba[n]i cu[n]f.
GG

Descrizione: Note storiche
Nato in Irlanda (c. 525-530) Colombano è uno dei rappresentanti del mondo monastico che danno origine a quella 'peregrinatio pro Domino', che costituì uno dei fattori dell'evangelizzazione e del rinnovamento culturale dell'Europa. Da giovane egli aveva fatto scuola d'ascetismo sotto la regola di San Comgall, la più rigida e austera di tutto il monachesimo irlandese. Era passato di penitenza in penitenza, e di isola in isola, perché in mezzo ai laghi sorgevano i principali monasteri. Uno ne fondò egli stesso, a Bangor, destinato a diventar celebre. E qui fu per una decina di anni maestro dei più giovani. Dopo essersi recato in diverse località dell'Irlanda, con dodici fedelissimi compagni varcò il mare (c. 590), e fece si stabilì nella Gallia, in quella regione tra il Reno e la Mosa che diventerà poi il Belgio, creando e organizzando comunità ecclesiastiche e fondando vari monasteri, anche in Francia (Luxeuil) e in Svizzera, poi passò le Alpi e giunse in Italia. Dapprima consigliere dei Re longobardi, se li inimicò per la sua opposizione all'Arianesimo e venne relegato sui monti dell'Appennino ligure, tra Genova e Piacenza, dove novantenne, quasi con le sue mani, costruì la chiesa e il monastero di Bobbio, dove morì nel 615.
La regola monastica che codifica la sua spiritualità è improntata a grande rigore e intende associare i monaci al sacrificio di Cristo. La sua prassi monastica ha influito sulla nuova disciplina penitenziale dell'Occidente (Messale Romano).
La Chiesa ne fa memoria il 23 novembre.
Misure: 2,95 x 1,5 x 0,90 cm
Stato Conservazione: Discreto
Acquisizione: Deposito
Provenienza: Palazzo vescovile di Fidenza
Esposizione: No
Peso: 1,8 gr


Vedi informazioni complete sull'opera (accesso riservato)
 

© copyright: Fondazione Monte di Parma e Museo del Duomo di Fidenza - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy
e-mail: museodelduomo@diocesifidenza.it

english version