il Museo
Visita al Museo
 
«torna indietro
ti trovi in:
Visita al Museo


Sale del Tesoro

Matroneo Nord
Sale del Tesoro

I beni più antichi, che costituiscono un nucleo apparentemente disomogeneo d'oggetti legati alla venerazione del patrono o all'arredo del suo santuario, sono:
reperti archeologici e relitti architettonici;
arredi e sculture in pietra;
dipinti e oggetti liturgici.

Coprono un periodo di circa sei secoli, dall'XI al XVI, e testimoniano l'importanza della chiesa di S. Donnino nei primi tre secoli dopo il Mille. 

Tra essi emergono:

la Maestà mariana, scolpita a tutto tondo nella pietra da Benedetto Antelami (fine del sec. XII), che è il più importante capolavoro proveniente dal Duomo;

il Fonte battesimale romanico (metà del sec. XII ?);

il Calice di San Donnino (sec. XII-XIII):

l'Ampolla a forma di colomba (sec. XII-XIII);
 
E ancora,

lo Scrigno "Pallavicino" incrostato d'avorio (sec. XIV) 

la Pace rinascimentale che ricorda la devozione rivolta al patrono dai Signori e dalla Comunità di Borgo S. Donnino. 

Nelle vetrine è poi esposta gran parte dei beni realizzati dopo l'erezione del Duomo a Cattedrale diocesana (1601). Si tratta d'una cospicua raccolta d'oggetti liturgici e arredi sacri in metallo, artisticamente lavorati, fra i quali sono da segnalare:

1) la serie di lanterne d'argento un tempo appese in Duomo (sec. XVII);
2)il corredo per l'altare maggiore realizzato al tempo del vescovo Bajardi (sec. XVIII);
3) grande importanza riveste l'Ostensorio raggiato (sec. XVIII), donato al Duomo da Enrichetta d'Este, duchessa di Parma. 
 
Fanno corona al tesoro, appesi alle pareti, numerosi dipinti provenienti dal Duomo e dal Vescovado, fra i quali non sono da tralasciare: il bel bozzetto per una pala d'altare raffigurante il Martirio di S. Andrea apostolo, del pittore napoletano Gerolamo Cenatiempo (inizi sec. XVIII), e il Sacro Cuore del pittore bolognese Gaetano Gandolfi (inizi XIX sec.).
 


Data di creazione: 13/04/2004
Data di modifica: 29/03/2017

© copyright: Fondazione Monte di Parma e Museo del Duomo di Fidenza - Tutti i diritti riservati - Privacy Policy
e-mail: museodelduomo@diocesifidenza.it

english version